I sanatori kirghizi sono stazioni termali che risalgono all’epoca sovietica. Sono stati costruiti negli anni ’70, nel periodo in cui russi e kazachi si recavano in vacanza al sud. Da quel periodo non sono stati più restaurati e, nonostante siano ormai in rovina, sono ancora funzionanti. Vi si trovano sale d’aspetto buie e maleodoranti, lunghi e vuoti corridoi in puro stile sovietico, percorsi da persone che ancora li utilizzano come fossero al loro massimo splendore. I sanatori di Goluboi Issik Kul, Jety Oghuz, Issik Ata e Tyoplije Klyutshy sono un perfetto esempio di questa situazione.
Kyrghyz sanatorim are health resorts from the soviet era. Built in the 70’s when rich russians and Kazakh came to kyrgyzstan for vacation, the sanatorium are now falling apart. People is wandering throug smelly and dark waiting rooms with well-worn wallpaper, long and empty corridors in pure soviet style, like surreal ghosts of a past age. The sanatorium of Goluboi Issik Kul, Jety Oghuz, Issik Ata and Tyoplije Klyutshy are a good example of this original scenario.